Come asciugare i capelli ricci

I nostri consigli su come ottenere un riccio perfetto

Quante volte avete sentito il detto “ogni riccio è un capriccio”? I capelli ricci sono spesso associati a personalità forti, ribelli, determinate. Alcuni possono dissentire, ma è vero che i capelli ricci, nella loro bellezza, sono piuttosto difficili da gestire.

In realtà c’è chi si lamenta perché ha capelli lisci e senza vita, e chi ha capelli ricci e si lamenta perché sono indomabili. Oggi ci soffermiamo sul secondo problema: come asciugare e acconciare i capelli ricci?

Vi proponiamo alcuni semplici consigli per gestire al meglio i vostri ricci. Buona lettura!

Iniziare bene: lo shampoo

Sarà difficile ottenere un riccio vivace se abbiamo fatto i primi errori già durante il lavaggio. La fase dello shampoo, infatti, è importantissima: innanzitutto, usate uno shampoo specifico per capelli ricci. Sui capelli bagnati, massaggiate lo shampoo a livello delle radici ed evitate le punte, poiché rischiate di danneggiare il capello, ma soprattutto di appesantirlo.

Dopo aver risciacquato i capelli, applicate un balsamo nutriente o una maschera, concentrandovi su lunghezza e punte dei capelli. Se avete ricci molto fitti, potete usare un balsamo districante. In questa fase potete pettinare i capelli con le mani o con un pettine largo, procedendo delicatamente. Risciacquate dopo due minuti con acqua tiepida.

Un trucco intelligente sta nell’usare acqua fredda negli ultimi secondi di risciacquo: il freddo fissa i nutrienti dei prodotti nel capello e “chiude” la struttura cheratinica, preparando il capello all’asciugatura.

Dopo il lavaggio: maneggiare con cura

Il momento dopo lo shampoo è molto delicato per i capelli ricci, perché rischiamo di danneggiarli se non li maneggiamo con delicatezza. Dunque evitiamo i classici “turbanti” con l’asciugamano di cotone, perché costringiamo i capelli e li tiriamo, provocandone la rottura.

Piuttosto, tamponate i capelli con un panno in microfibra per alcuni minuti per rimuovere una buona parte di umidità.

Una volta terminato questo passaggio, applicate una mousse per lo styling del capello. Applicate il prodotto su lunghezza e punte, senza tirare verso il basso.

Nei mesi caldi, addio phon

Il calore fa male al capello: questo ormai è noto a tutti. Dunque quando fa caldo abbiamo la fortuna di poter lavare i capelli senza doverli asciugare col phon. Alcuni accorgimenti: evitate luoghi umidi, perché l’umidità increspa il capello. Evitate anche correnti d’aria forti che possono creare nodi indesiderati.

Preferite luoghi soleggiati con una leggera brezza, e in circa 30 minuti i vostri capelli saranno asciutti.

In questo caso, potete comunque usare un olio o uno spray protettivo prima dell’esposizione.

Il diffusore per proteggere i capelli dal calore

Per una corretta asciugatura con phon, non dimenticate mai di usare il diffusore, uno strumento che permette di asciugare i capelli ricci in modo uniforme e evita il contatto diretto tra capello e calore. Usate sempre un’intensità media e asciugate i capelli a testa in giù.

Con il diffusore eliminerete ogni eccesso di umidità dal capello ed eviterete un effetto “gonfio”.

Per capelli danneggiati

Se i vostri capelli mostrano segni di stanchezza – doppie punte, caduta facile, aspetto spento e riccio poco sostenuto – cercate di asciugare il meno possibile con il phon e di evitare altre fonti di calore.

Ecco una soluzione facile che non costa nulla: asciugate per pochi minuti i capelli con il diffusore, sempre a testa in giù. A metà asciugatura, prendete ogni ciocca di capelli, arrotolatela attorno al dito, e fissatela con una forcina. Aspettate mezz’ora o anche più e date un’ultima passata di phon prima di rimuovere le forcine e acconciare i capelli come volete.

Lacca o gel per definire l’acconciatura

Come tocco finale dell’asciugatura, non può mancare uno spruzzo di lacca per capelli ricci, o se preferite, un gel fissante, o un olio (ad esempio, di semi di lino).

Quando si tratta di gel oppure olio, versatene una noce sulle mani, strofinatele e poi tamponate leggermente sui capelli con una direzione dal basso verso l’alto.

Ricordiamo sempre che la salute dei capelli è fondamentale ed è sempre consigliato un impacco una volta a settimana, oppure, se non avete tempo (o siete troppo pigri!), almeno una volta al mese.

Prima del lavaggio, bagnate un po’ i capelli e applicate un olio su lunghezza e punte per mezz’ora: olio di semi di lino, di jojoba, di avocado, di argan. I vostri capelli ci ringrazieranno!